Aumento di peso, gonfiore addominale, arrossamenti cutanei, vertigine, emicrania, tachicardia, abbassamento o innalzamento della pressione, raffreddore cronico sono i sintomi estremamente aspecifici e variabili che possono essere riconducibili ad un’intolleranza all’istamina .

L’istamina è un importante neurotrasmettitore, messaggero molecolare e mediatore chimico nelle allergie, ce ne parla qui la dott.ssa Giovanna Pitotti

Decidere di avviare un percorso di dimagrimento per perdere pochi o tanti chili, richiede impegno e costanza ma farlo, permette non solo di evitare diversi rischi per la propria salute , ma di migliorare decisamente la qualità della propria vita.


Fianchi, natiche , cosce e caviglie eccessivamente grosse, il lipedema viene spesso erroneamente scambiato per sovrappeso o obesità, ma il lipedema ,che si manifesta quasi esclusivamente nelle donne, non ha niente a che vedere con il sovrappeso in quanto è una patologia cronica progressiva caratterizzata da accumulo di adipe che coinvolge prevalentemente gli arti inferiori creando una sproporzione tra la parte alta e quella bassa del corpo provocando ,oltretutto, una forte disabilità fisica e psicologica. In questo articolo la dott.ssa Giovanna Pitotti ce ne parla trattando l’argomento da due punti di vista, uno prettamente tecnico e l’altro emotivo … Buona lettura..

Per la bellezza del corpo sia dentro che fuori

scritto dalla dott.ssa Francesca Manfra Medico Chirurgo e Biologo nutrizionista

Mantenere un aspetto giovanile dipende più da ciò che assumi e fai per il tuo corpo, piuttosto che da ciò che ci “metti sopra”

Da anni si sente sempre più spesso parlare, dei benefici legati all’assunzione del collagene e di come gli integratori presenti sul mercato (principalmente peptidi di collagene e polveri di collagene idrolizzato) apportino benefici all’elasticità, compattezza e idratazione sia della pelle più “cadente” che del corpo nella sua interezza.

Sempre più persone, soprattutto quelle che combattono contro patologie autoimmuni o croniche o neuroinfiammatorie, sono familiari alle cosiddette “diete di eliminazione”, quelle diete in cui non si assumono i cibi “infiammatori”, ossia quelli capaci di peggiorare le condizioni patologiche come il glutine, i latticini, la soia, i legumi e le uova.

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti
Proseguendo nella navigazione acconsenti all'uso di tali cookie. Leggi le nostre Cookies Policy e Privacy Policy