fbpx

Esistono varie malattie infiammatorie croniche che rispondono al trattamento con estratti della resina della specie Boswellia una pianta originaria delle regioni subtropicali dell'Africa e dell'Arabia saudita da cui si ricava un estratto secco ricco di principi attivi antinfiammatori e analgesici.
Negli studi clinici correlati, i risultati sono convincenti e supportati dai dati preclinici.
Questi studi comprendono l'artrite reumatoide, l'artrosi, la colite cronica, la colite ulcerosa, la colite collagena, il morbo di Crohn e l'asma bronchiale.
Non ci si può aspettare che ci sia una cura definitiva per queste malattie, ma almeno un miglioramento dei sintomi in circa il 60-70% dei casi.
La maggior parte degli autori riferisce anche che, il trattamento con la Boswellia è ben tollerato e Il numero e la gravità degli effetti collaterali è estremamente basso.

LO STUDIO :

Acidi boswellici e loro ruolo nelle malattie infiammatorie croniche.


Astratto :
Gli acidi boswellici, che sono triterpeni pentaciclici, appartengono ai composti farmacologici attivi della resina di oleogum di diverse specie di Boswellia.

Nella resina sono stati identificati più di 12 diversi acidi boswellici, ma solo KBA e AKBA hanno ricevuto un interesse farmacologico significativo.

Attività biologica: in un estratto della resina delle specie Boswellia sono molteplici i fattori responsabili del risultato finale di un effetto terapeutico, sia esso sinergico o antagonista. Inoltre, le azioni antinfiammatorie dei BA sono causate da diversi meccanismi di azione che includono l'inibizione della sintesi dei leucotrieni e una minore estensione della sintesi delle prostaglandine inoltre, inibizione del sistema del complemento a livello di conversione di C3 in C3 a e C3 b. Uno dei principali obiettivi di BA è il sistema immunitario. Qui, è stato dimostrato che le ES e le BA tra cui KBA e AKBA riducono la produzione di citochine proinfiammatorie tra cui IL-1, IL-2, IL-6, IFN-γ e TNF-α che alla fine sono dirette a distruggere tessuti come cartilagine, cellule produttrici di insulina, tessuti bronchiali, intestinali e altri. NFĸB è considerato l'obiettivo di AKBA. Le complesse azioni di BE e BA in aree infiammate possono essere completate da alcuni effetti localizzati dietro il processo infiammatorio come distruzione tissutale. In questo caso, studi in vitro e su animali hanno dimostrato che BA e BE sopprimono l'attività proteolitica della catepsina G, dell'elastasi dei leucociti umani, della formazione di radicali dell'ossigeno e degli enzimi lisosomiali.

Farmacocinetica:


Mentre KBA viene assorbito raggiungendo livelli ematici vicini a IC 50 in vitro ,AKBA che è più attivo negli studi in vitro rispetto a KBA, subisce un assorbimento molto inferiore rispetto a KBA. Tuttavia, l'assorbimento di entrambi è aumentato più del doppio se assunto insieme ad un pasto ricco di grassi.

Esistono varie malattie infiammatorie croniche che rispondono al trattamento con estratti della resina delle specie Boswellia. Tuttavia, il numero di casi è limitato negli studi clinici correlati, i loro risultati sono convincenti e supportati dai dati preclinici. Questi studi comprendono l'artrite reumatoide, l'artrosi, la colite cronica, la colite ulcerosa, la colite collagena, il morbo di Crohn e l'asma bronchiale. Non ci si può aspettare che ci sia una cura da queste malattie, ma almeno un miglioramento dei sintomi in circa il 60-70% dei casi.

Effetti collaterali:

Il numero e la gravità degli effetti collaterali è estremamente basso. I reclami più segnalati sono i sintomi gastrointestinali. Le reazioni allergiche sono rare.  La maggior parte degli autori riferisce che il trattamento con BE è ben tollerato e gli effetti collaterali registrati nei gruppi BE e placebo sono simili.

Fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27671822

 

Nella nostra vetrina sono presenti integratori con acidi boswellici  qui>NUTRACEUTICA

nello specifico:

Boswellia Ph.s. di Eos  , un integratore di Boswellia in compresse ad alta titolazione in acidi boswellici

Boswellia Ph.s. contiene CASPEROME®, una formulazione a base di estratto fitosomiale di Boswellia ad alta titolazione di acidi boswellici.

Benefici

Boswellia Ph.s. può essere indicato in caso di:

  • dolori osteoarticolari, 
  • benessere delle vie respiratorie,
  • infiammazioni della mucosa intestinale. 

 

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti
Proseguendo nella navigazione acconsenti all'uso di tali cookie. Leggi le nostre Cookies Policy e Privacy Policy